Home > Gradi di difficoltà

Abbiamo diviso i nostri viaggi in base ad una classificazione che ne identifica le caratteristiche generali, lo spirito, gli obiettivi e l’ambientazione.

A ciascuna proposta, inoltre, è assegnato un livello di impegno e/o difficoltà tecnica che vuole essere uno strumento di aiuto per una scelta oculata in base alle proprie capacità ed alla propria esperienza.

Quando leggete i nostri programmi di viaggio, fate sempre attenzione al grado di difficoltà indicato per capire se è un’esperienza adatta alla vostra attitudine fisica, alla vostra preparazione sportiva ed alla vostra esperienza escursionistica.

Va da sé, che i nostri viaggi non sono proprio “per tutti” anche quando si tratta di affrontare difficoltà molto basse. Spirito di adattamento, di collaborazione e predisposizione alla fatica (poca o tanta che sia) sono infatti requisiti imprescindibili per chi vuole partecipare.

Di seguito sono descritti i gradi di impegno che associamo ai nostri itinerari secondo una semplice scala che va da “facile” a “difficile”.

Facile *

Tours e trekking adatti a chiunque sia in buona salute. Includono, in genere, brevi tratti di cammino su sentieri ben tracciati a quote prevalentemente basse e soggiorno in alloggi confortevoli.

Moderato **

Trekking adatti alla maggior parte degli escursionisti: comportano percorsi non eccessivamente lunghi condotti su sentieri o ghiacciai. Un minimo livello di allenamento è comunque richiesto, perché è possibile si debbano affrontare dislivelli sostenuti o occasionali tappe con passaggi problematici.

Eventuali permanenze in alta quota (superiore a 4000 mt) sono limitate nel tempo. Probabile il soggiorno in alloggi spartani o in tenda.

Impegnativo ***

Fisicamente impegnativi, i programmi così classificati sono riservati ad escursionisti esperti dall’attività regolare ed abituati a lunghe giornate di marcia e terreni difficili.

In ambiente extraeuropeo, questi trekking possono comportano lunghi periodi a quote superiori a 4500 mt. In ambiente alpino, si tratta essenzialmente di traversate di più giorni su ghiacciai con ascensioni alle vie normali dei 4000 mt (comunque mai oltre il grado PD+).

Molto impegnativo ****

In ambiente di bassa quota, si tratta di itinerari in cui sono presenti sezioni con possibili tratti di arrampicata (non oltre il 4° grado) ed in cui diventa indispensabile l’uso della corda.

In ambiente alpino, si tratta di traversate di più giorni su ghiacciai con ascensioni ed itinerari di cresta con forte esposizione anche oltre i 4000 mt (fino al grado AD/AD+).

In ambiente extraeuropeo, si tratta di trekking con lunghe permanenze oltre i 5000 mt, attraversamento di alti passi innevati e/o ascensioni a cime oltre i 5500 mt (comunque mai oltre il grado PD+).

Sono richieste la conoscenza delle tecniche alpinistiche di base, un buon livello di allenamento ed esperienza di trekking.

Difficile *****

Comprendono grandi traversate in ambiente in completa autonomia del gruppo con difficoltà di comunicazione e di recupero in caso di incidente, lunghe permanenze a quote superiori ai 6000 mt, mancanza di supporto logistico, necessità di trasporto dell’equipaggiamento e spedizioni alpinistiche oltre i 6500 mt.

Sono richieste precedenti esperienze in ambiente artico, d’alta quota o di alpinismo continuativo sulle Alpi, ottimo allenamento fisico, autonomia nella gestione della vita al campo anche in condizioni metereologiche avverse.